Paint Lab

COLLEZIONE COLORE SIKKENS 5051

La collezione colore Sikkens 5051 è una fonte inesauribile di tinte che risponde perfettamente alle esigenze di applicatori e di altri professionisti del colore. Oltre 2000 tonalità per creare facilmente nuove combinazioni colore dal gusto contemporaneo in grado di rispondere efficacemente alle diverse necessità di personalizzazione degli ambienti.

ANCORA PIU' COLORE

La collezione colori 5051 di Sikkens è stata realizzata dal centro professionale Aesthetic Center di AkzoNobel in Olanda.

La nuova collezione comprende ben 2079 colori, compresi quelli di maggiore tendenza della precedente collezione 4041, oltre a centinaia di nuovi e attuali colori.

La dimensione delle pastiglie colore nella mazzetta è stata aumentata, per poter visualizzare al meglio le tinte e confrontarle con l’ambiente circostante.
Un ulteriore elemento di forza di questa nuova collezione, è l'aggiunta di una serie di colori «bianchi» e di tinte grigie che arricchiscono e completano la gamma di toni proposti. Grazie a queste magnifiche palette di colori, sarà più semplice scegliere una particolare nuance e rispondere così alla crescente richiesta di tinte tenui e toni pastello.

Per informazioni sulla precedente collezione Sikkens 4041 clicca qui.

Scopri il formato digitale, scarica gratuitamente il plug-in adatto per Windows e Mac.


SCOPRI DI PIU’

Guida 200 Colori per interni di Sikkens


Guida 200 Colori per interni di Sikkens

Una selezione di 200 tinte moderne suddivise in 6 palette di colori tematici. Sono messe in risalto le armonie semplici da realizzare, contestualizzate attraverso l’uso di immagini di ambientazioni.

scopri la guida 200 Colori per interni di Sikkens nella versione digitale



Vera fonte di ispirazione e valido aiuto nella scelta del colore, la Guida 200 colori di Sikkens è uno strumento semplice ed efficace al servizio del professionista e del suo cliente.

Affinché ognuno possa trovare la propria tonalità, Sikkens ha selezionato 200 tinte prese dalla collezione di riferimento 4041.

Particolarità di questa guida al colore, la sua pratica suddivisione in 6 tendenze dal gusto contemporaneo, dove il colore viene svelato progressivamente.

Guida 200 colori per interni di Sikkens

Una selezione di 200 tinte moderne suddivise in 6 palette di colori tematici. Sono messe in risalto le armonie semplici da realizzare, contestualizzate attraverso l’uso di immagini di ambientazioni.

scopri la guida 200 Colori per interni di Sikkens nella versione digitale

Vera fonte di ispirazione e valido aiuto nella scelta del colore, la Guida 200 colori per interni di Sikkens è uno strumento semplice ed efficace al servizio dell’applicatore professionista e del suo cliente. Affinché ognuno possa trovare la propria tonalità, Sikkens ha selezionato 200 tinte prese dalla collezione di riferimento 4041. Particolarità di questa guida al colore, la sua pratica suddivisione in 6 tendenze dal gusto contemporaneo, dove il colore viene svelato progressivamente.

La prima è la palette Black&White. Composta da toni bianchi e neri, pone l'accento sui giochi di luce ed ombra. Permette di organizzare lo spazio. Quindi vengono le palette dei Cool Neutrals, una palette di toni grigi, moderni, che si accordano facilmente con la varietà di materiali ed elementi decorativi per interni.
La famiglia dei Warm Neutrals si compone da nuance beige e sabbia più calde. Si tratta di tinte basilari per conferire agli interni un carattere caldo e accogliente. È con la palette dei Muted che il colore entra davvero in scena. Si tratta di una selezione di tinte patinate, autentiche, che evolvono con la luce del giorno.
Con i suoi rossi, gialli, blu e i verdi super-vitaminici, la palette dei colori Brights è la più brillante e viene bilanciata con colori pastello più pacati. Chiudono le 12 tonalità vivaci di Accent da abbinare ai dominanti e da utilizzare per tracciare i contorni, definire gli spazi a fini pratici od estetici.


In ogni proposta di tendenza, le tinte sono state selezionate appositamente per combinarsi tra loro. In quest'ottica, sono possibili innumerevoli soluzioni, per creare delle armonie di sicuro effetto. Tali combinazioni sono contestualizzate attraverso delle immagini: è sufficiente lasciarsi ispirare da ogni ambiente proposto.

CHIUDI LA PAGINA SCOPRI DI PIÙ

CONSULENZA PER LA PROGETTAZIONE


Con Sikkens l’eccellenza del colore al servizio del patrimonio artistico italiano

La nostra terra è fatta di colori. Il nostro Paese è fonte di un patrimonio artistico e architettonico di inestimabile valore. Sensibile alle problematiche culturali e artistiche dell’Italia, Sikkens è protagonista da oltre 30 anni di importanti progetti per la rivalutazione, il recupero e la salvaguardia del patrimonio architettonico italiano.

PIANI DEL COLORE DI SIKKENS, VISUALIZZA LA NOSTRA RACCOLTA STORICA



I Piani del Colore di numerosi centri storici del Paese sono divenuti nel tempo una pietra angolare per il restauro degli edifici e garanzia per il rispetto della tradizione cromatica di palazzi e monumenti storici presenti su tutto il territorio italiano.

Tra i principali Piani: ricordiamo Bergamo Alta (2012) - realizzato con il patrocinio della Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici di Milano - Rieti (2012), Portofino (2006), lo studio per il Centro Storico di Firenze (2008) - Quartiere di San Lorenzo - e fra gli altri, i Piani del Colore di Torino, di Trieste, di Caserta e di Roma, Municipio II (2008).

Roma, Chiesa Dives in Misericordia –
Richard Meier (2003)

Alcune referenze di prestigiosi progetti di restauro:

  • Teatro alla Scala di Milano (1999 e 2004);
  • Castello di Valentino di Torino, facciate esterne;
  • Portico di San Luca a Bologna;
  • Foyer del Teatro Petruzzelli di Bari;
  • Nuovo Museo MACRO di Roma, a firma dell’architetto Odile Decq (2010);
  • Museo del Risorgimento di Milano (2011), restauro del cortile interno e del porticato;
  • Teatro Carignano di Torino, facciate esterne (2011).

In ambito museale, Sikkens ha recentemente contribuito alla realizzazione degli interni del nuovo polo “Gallerie d’Italia – P.zza Scala” di Milano di Intesa Sanpaolo, dedicati alla esposizione di opere dell’800 lombardo e del ‘900, allestimenti a cura dell’architetto Michele De Lucchi (2011 e 2012). Di particolare rilievo anche lo studio del colore dell’Architetto Federico Lardera per il nuovo allestimento degli spazi museali di GNAM, Galleria nazionale d’arte moderna a Roma (2011).

Tra le esperienze di stile più contemporaneo, AkzoNobel ha partecipato ad importanti progetti come la Chiesa Dives in Misericordia di Richard Meier di Roma, il Palazzo Vela di Gae Aulenti a Torino (2005) e il Vulcano Buono di Nola di Renzo Piano (2008).

Piano del Colore di Bergamo 2012 - 2014

Una rete di consulenti del colore e servizi dedicati Sikkens opera attraverso una struttura organizzata di persone e servizi che si rivolgono ai professionisti del colore nel mercato dell’edilizia.

  • Informazione completa e continua su prodotti e cicli di applicazione;
  • Fornitura ed aggiornamento di cartelle colore;
  • Fornitura di campionature liquide, su pannelli e/o applicate in cantiere;
  • Sopralluoghi in cantiere;
  • Relazioni tecniche sullo stato dei supporti e sui cicli attuabili;
  • Assistenza tecnica gratuita durante tutte le fasi del progetto;
  • Incontri tecnici, seminari di approfondimento e convegni sul territorio.

Napoli, Vulcano Buono – Renzo Piano (2007)

Torino, Palavela – progetto a cura di
Gae Aulenti, Olimpiadi invernali 2006

Milano, Palazzo Moriggia sede del
Museo del Risorgimento (2011)

Torino, Teatro Carignano, facciate (2011)


chiudi la pagina scopri di più

COLORADO: ALL'AVANGUARDIA PER LA LETTURA DEL COLORE

Colorado di Sikkens è il nuovo comparatore di tinte digitale disponibile presso i migliori punti vendita specializzati nel colore. Sikkens di AkzoNobel, sempre all'avanguardia nella sua offerta di prodotti e servizi per il mercato, propone un innovativo strumento per l’identificazione e la catalogazione delle cromie che apre le porte ad una nuova generazione di strumenti nel campo della colorimetria.

Sistemi di lettura

Colorado rileva l’immagine tramite illuminanti tridirezionali indipendenti a 27 canali. E’ ideale per la lettura di tessuti, multicolor o superfici di media ruvidità.

Caratteristiche e vantaggi

Colorado è dotato di una fotocamera integrata con display a colori per un perfetto posizionamento sull’area d’interesse. L’alta definizione dell’apparecchio consente la lettura di campioni piccolissimi, arrivando ad un diametro minimo di 2 mm. Rispetto agli altri comparatori di tinte, Colorado è in grado di utilizzare più collezioni colore contemporaneamente fino a oltre 13.000 colori, con la possibilità di selezionare/deselezionare facilmente ogni collezione, permettendo di utilizzare solo quelle di maggiore interesse. L’apparecchio è dotato di display a colore e supporto audio per la registrazione dei dati.

Collezioni colore disponibili

ACC Color Map; Match Point 170 Plus; Alpha 401 Exterior; 4041 Color Concept; Herbol F & F Esterni; Herbol F & F Smalti; Herbol F & D Interni; Herbol F & D Smalti; RAL; NCS Second Edition;


CHIUDI LA PAGINA SCOPRI DI PIÙ

Il segreto dei colori

Il segreto dei colori - intervista a Heleen van Gent, direttrice del Centro estetico mondiale di AkzoNobel

Heleen van Gent, direttrice dell'ANAC (AkzoNobel Aesthetic Center), ci spiega il ruolo che i colori possono e devono ricoprire.

"I colori hanno sempre messo le ali alla nostra immaginazione. Trasportano le nostre emozioni, danno un senso di sicurezza e indicano la direzione da seguire. Anche nel campo dell'architettura, è sempre più frequente il ricorso al colore. Questa evoluzione è possibile grazie alle proprietà delle pitture moderne: tenuta eccellente e bellissima resa su materiali diversi e vari"


Heleen van Gent, abbiamo più o meno tutti uno o più colori preferiti. Il suo qual è?

Il blu notte, il blu scuro, è il mio colore preferito. È un colore molto classico ma è anche uno sfondo eccezionale per valorizzare dei quadri, ad esempio. In generale, credo che tutti i colori possano essere molto belli. Capita spesso che una scelta non convinca del tutto inizialmente ma che in seguito, associandola ad oggetti di colori diversi, produca un effetto talmente bello che si resta stupefatti.

Come mai certi colori ci piacciono più di altri?

Esistono toni e colori che abbiamo scoperto nell'infanzia e che continuano a piacerci. In un certo modo, questi colori non ci abbandoneranno mai. Ma i nostri colori preferiti possono naturalmente cambiare nel tempo. Siamo influenzati dalla moda ad esempio, ma a ben vedere non si tratta solo di quello che vediamo ma anche di quello che pensano i nostri amici. Capita anche che alcune tonalità non ci seducano subito ma che poi, dopo alcune settimane, improvvisamente ci piaccia portarle. Il violetto é l'esempio perfetto. Fondamentalmente, si può affermare che abbiamo e avremo sempre alcune preferenze in materia di colori.

I gusti sono legati alla propria cultura. Anche i colori?

Sì, certamente. La posizione geografica del paese ha un suo ruolo nella percezione dei colori. Le sfumature chiare, ad esempio, sono incredibilmente belle sotto il sole. Negli Stati Uniti, i colori sono più grigi e più pallidi, mentre in India i colori sono vibranti. In Oriente si realizzano delle associazioni cromatiche che non verrebbero mai in mente nel mondo occidentale. Allo stesso tempo però, possiamo affermare che le preferenze in materia di colore si stiano sempre più unificando. Si registrano delle tendenze mondiali, veicolate dalla tv, dal cinema e dalla moda. I media hanno un influsso incredibile in questo campo. D'altra parte, ognuno di noi prova il desiderio di essere unico e per questo facciamo delle scelte che ci appartengono e ci distinguono dagli altri. Questo desiderio vale naturalmente anche per i colori.

La moda è fluida. Questo vale anche per le tendenze colore?

Le tendenze cambiano, a volte talmente in fretta che succede che coesistano più tendenze. Alla AkzoNobel, ci concentriamo sulle tendenze a lungo termine. Possiamo cambiarci d'abito tutti i giorni, in base all'umore e all'occasione. Ma questo è evidentemente impossibile con la pittura. Occorre quindi andare oltre i cambiamenti a breve termine. Una durata ragionevole è compresa tra i due e i tre anni. C'è stato ad esempio il periodo del grigio e ci sono ancora delle persone contente di tinteggiare la propria casa nei toni di grigio. Credono in questo modo di essere attuali, cosa per alcuni versi vera. Quello che non sanno, è che i toni grigi un po' freddi sono stati nel frattempo sostituiti da toni più caldi.


In numerosi edifici, ad esempio hotel o centri commerciali, si fa sempre più ricorso al colore. Come spiega questo fenomeno?

Ritengo che oggi ci sia il coraggio di confrontarsi con colori e abbinamenti cromatici molto diversi. In passato, la scelta dei colori era affrontata in ultima istanza dagli architetti. Oggi invece le cose sono cambiate e i colori possono essere integrati fin da subito nell'elaborazione del progetto. Questo cambiamento è visibile soprattutto nei giovani architetti donna. Si tratta di un approccio completamente diverso. Questa evoluzione è possibile grazie alle caratteristiche delle pitture attuali: tenuta eccellente e resa molto bella su materiali diversi e vari.

L'effetto è magnifico in ogni caso e incoraggia le persone ad avere più fiducia e osare nel colore.

Il consumatore è davvero cosciente della scelta cromatica?

Una buona parte del processo è inconsapevole, avviene in modo graduale. Di conseguenza, la sfida è molto importante anche per le aziende. La domanda che dobbiamo porci è: cosa deciderà in futuro il consumatore?

Come fate a sapere quali sono i colori che s'imporranno sulle nostre vite? Come scoprite le tendenze di domani?

Dobbiamo guardare a quello che succede nel mondo. Prendiamo ad esempio il successo del bianco: dobbiamo sapere perché ha fatto improvvisamente la sua comparsa, da dove viene, il suo contesto. Le tendenze in effetti non si inventano, si creano. Il nostro lavoro consiste nello scoprire i piccoli cambiamenti e tensioni per trarne ispirazione. Ad esempio, in questo momento stiamo vivendo tempi agitati e siamo sommersi dalle informazioni. Le persone sono alla ricerca di combinazioni di colore che trasmettano calma e da qui il prevedibile successo del bianco.


In concreto, come funziona il Global Aesthetic Center?

Una buona parte del nostro lavoro consiste nel concepire idee, palette di colori, brochure e annunci. Bisogna sapere che le tendenze vengono sviluppate per essere riconosciute e utilizzate. Studiamo i quotidiani, le riviste e andiamo anche ai saloni della moda e del design. Teniamo conto anche del modo in cui la gente vive, quello che pensa e quello che sente. Una volta all'anno, viene organizzato un incontro mondiale con degli esperti. Si tratta di architetti e ingegneri grafici. Gli scambi che avvengono durante questi incontri vengono raccolti per formare la base del nostro atelier "Colour Futures".

Parliamo del concetto di sanità Healthcare, Sikkens ha sviluppato la propria guida colori. Da dove è venuta l'idea?

Le visite dal medico o in ospedale non sono generalmente legate ai momenti migliori della nostra vita. Con il concetto di sanità di Healthcare Sikken, forniamo uno strumento a progettisti e architetti, offriamo loro una guida pratica per costruire degli ospedali in modo funzionale e più accogliente. Allo stesso tempo, è importante sviluppare dei sistemi di guida. Infatti, le diverse zone sono separate una dall'altra dal colore, così come i lunghi corridoi possono contrastare con l'ingresso nelle zone principali, che vengono così messe in risalto. In ultima istanza, tutto è pensato per rassicurare i pazienti, guidarli e dar loro fiducia.


chiudi la pagina scopri di più