star social-channel-googleplus surface account images colour extern-link map location store-on star brush paint-rol paint tester conditions delivery payment minus_16px plus_16px close_16px arrow-down_16px arrow-up_16px arrow-right_16px selected_16px email external-link social-facebook social-googleplus social-twitter list work business clients painters-icons-v2-source_pdf social-channel-facebook social-channel-instagram social-channel-instagram2 social-channel-twitter social-channel-youtube carrousel_prev carrousel_next download save-colour-off shopping-cart shopping-list store-finder search share save-colour-off2 save-colour-on info-off info-on workspace loader close

Portofino

Sikkens si rende ancora una volta protagonista nel contribuire all'arricchimento culturale e paesaggistico delle meravigliose risorse del nostro Paese.

Il Piano del Colore di Portofino rappresenta un importante strumento urbanistico e normativo, teso sia alla conservazione dell'immagine storica del luogo che al mantenimento della ricchezza cromatica e decorativa dei fronti che contraddistinguono il fascino dell'incantevole Borgo. Si tratta di uno studio analitico delle cromie e dei materiali esistenti, volto a valorizzare l'immagine di una delle località italiane più prestigiose nel mondo e che richiama ogni anno milioni di visitatori.

Le facciate dipinte delle case ci portano alla scoperta di una tecnica di affresco antica, tradizionale e peculiare della terra ligure: l'esecuzione del "fresco". I materiali utilizzati in origine erano sabbia, calce spenta e polvere di marmo. Sikkens ha riportato in vita questa antica lavorazione dei materiali grazie alla fortunata intuizione della calce a secco (il "finto fresco"), caratterizzata da opacità, trasparenza, traspirabilità e tonalità dei colori notevolmente simili all'affresco originale.

Il Piano del Colore delle facciate di Portofino si propone di regolamentare il corretto svolgimento delle operazioni di coloritura e pulitura delle facciate, o parte di esse, per la riqualificazione dell'immagine del Borgo. Le motivazioni alla base del progetto possono essere così sintetizzate:

  • acquisire una conoscenza più approfondita delle colorazioni;
  • valorizzare un patrimonio della collettività;
  • tutelare gli aspetti cromatici e decorativi del luogo;
  • garantire il rispetto e la continuità dei valori figurativi e tecnologici.

 

 

portofino_colore

Scopo del progetto

Un'approfondita analisi storica del sito, delle situazioni di degrado esistenti, delle tecnologie costruttive e dei materiali utilizzati nel corso degli anni producono un quadro organico della situazione e definiscono soluzioni progettuali adeguate al contesto. Inoltre, la banca dati risultante dal lavoro rimane a disposizione dei posteri. Compito del Piano è proprio quello di dare uno strumento operativo, efficace, preciso e puntuale all'Amministrazione comunale che lo potrà utilizzare per garantire un livello ottimale e organizzato di ripristino delle facciate.

portofino_facciata

Analisi del colore

Il colore presente sulle facciate degli edifici contribuisce a formare l'immagine paesistica dei luoghi, divenendo uno degli elementi di forte caratterizzazione dei centri abitati. L'azione del tempo, l'incuria dei proprietari e la carenza di coordinamento degli interventi di manutenzione delle facciate influiscono negativamente sulla qualità della vita urbana. Troppe volte le vecchie tinteggiature sono state sostituite da nuovi prodotti con caratteristiche chimiche sempre diverse, con un risultato che non sempre ha garantito una resa simile allo stato originale, con poca soddisfazione per l'operatore, l'Amministrazione e il proprietario.

Inquadramento urbanistico

Il Piano del Colore interessa la parte del Borgo di Portofino che costituisce l'affaccio al mare e quindi le facciate dipinte di: piazza Martiri dell'Olivetta, i moli calata Marconi e calata del Porto, via Roma, e via San Giorgio.

portofino_pianocolore.png

portofino_sketch